Vai al contenuto

Prestito vitalizio ipotecario MPS 2019

Il prestito vitalizio ipotecario offerto da MPS, ovvero dalla banca Monte dei Paschi di Siena, prende il nome di PrestiSenior. Di seguito tutte le informazioni, caratteristiche, tassi e requisiti utili agli interessati.

PrestiSenior: requisiti del prestito vitalizio ipotecario MPS 2019

Per chi non ne avesse mai sentito parlare, PrestiSenior è un finanziamento ipotecario vitalizio che consente agli ultrasessantenni di ottenere liquidità. Ma che cos’è questa particolare tipologia di prestito? Ebbene, si tratta in soldoni di un tipo di finanziamento non finalizzato che non presenta rate da pagare (tuttavia, in questo caso, si possono eventualmente domandare a seconda delle preferenze) ma chiede al contraente di garantire mediante il proprio titolo di proprietà riguardante un immobile di tipo residenziale.

Questo prestito, generalmente rientrante nella categoria degli ‘a lungo termine’, richiede insomma l’ipoteca di una casa. Alla morte del contraente, le spese e gli interessi saranno capitalizzati se scelto il programma regolare e, qualora i diretti eredi avessero intenzione di riscattare mediante un rimborso volontario l’immobile ipotecato avranno la possibilità di farlo secondo alcune direttive variabili in qualche misura a seconda delle soluzioni di prestiti vitalizi ipotecari scelte, a ogni modo entro e non oltre i 12 mesi dal decesso.

A ogni modo, focalizziamoci sul PrestiSenior di Monte dei Paschi di Siena. Questo, come qualsiasi genere di prestito vitalizio ipotecario sottoscrivibile sul nostro territorio, si rivolge agli over 60 concedendo a questi ultimi la possibilità di godere di una certa somma di denaro senza pagare alcuna spesa mensile in più. Il prezzo da pagare per questo, come annunciato è l’ipoteca di una casa di cui si è proprietari esclusivi. Trattasi alla fin dei conti di un aiuto concreto che si rivolge a qualsiasi tipo di esigenza del richiedente in quanto, come detto, non è assolutamente finalizzato come tante altre tipologie di finanziamento.

Soddisfatto il criterio detto, il beneficiario del prestito, come riporta la pagina web relativa dell’istituto bancario Monte dei Paschi di Siena, potrà scegliere fra varie opzioni per personalizzare al meglio PrestiSenior. L’ultrasessantenne potrà decidere innanzitutto se ricevere l’importo spettante tramite versamenti periodici (per un massimo di 20) o in una soluzione unica; questi sarà in diritto di scegliere se preferire la versione del PrestiSenior senza alcuna rata oppure col pagamento di rate che riguardano i soli interessi della prestazione; o ancora se beneficiare del prestito per tutta la vita oppure se estinguerlo in un particolare momento a scelta del contraente, situazione che non sarà interessata in nessun caso da penali di alcun tipo.

Questo è in soldoni quanto Monte dei Paschi di Siena è in grado di offrire in questo 2019. Di seguito, approfondiamo la questione indicando tutti i dettagli di PrestiSenior, i tassi e le spese cui il beneficiario dovrà poi far fronte.

Come richiedere un prestito ipotecario vitalizio a Monte dei Paschi di Siena

Qualora foste interessati a quanto abbiamo accennato nel precedente paragrafo la lettura del presente potrà chiarirvi senz’altro eventuali dubbi e aiutarvi nella scelta. Il finanziamento PrestiSenior, in prima analisi ha una durata pari alla vita del contraente, qualora da questi non venga volontariamente sospeso previa richiesta scritta di 30 giorni almeno. Questo per dire che, chiaramente, l’importo finanziabile varia al variare dell’età del richiedente secondo valori di percentuali chiaramente delineati nel foglio informativo allegato alla pagina relativa a PrestiSenior sul sito web di Monte dei Paschi di Siena.

A ogni modo, sulla medesima sede citata, viene specificato che vi è un importo finanziabile massimo che ammonta a 250 mila euro, vi è un importo annuo massimo pari a 25 mila euro e minimo pari a 2.400 euro. Questi sono i confini entro cui il finanziamento rimane sempre e comunque strettamente connesso con il valore dell’immobile residenziale e l’età del richiedente.

Alla luce di quanto detto indichiamo qualche cifra di percentuale per ricapitolare il tutto. Un richiedente con età fra i 60 e i 70 avrà un valore erogabile attuale singoli fra il 16,3% e il 24,8%, per le coppie si oscilla fra il 15,3% e il 23,4%. Coloro i quali hanno fra i 70 e gli 80 anni i relativi valori, in ordine, andranno dal 25,4% al 37,1% per i singoli e fra il 24,4% e il 35,1% per le coppie. E ancora il valore erogabile attuale per chi ha più di 80 anni e chi ha compiuto un massimo di 90 sarà variabile fra il 38,5% e il 50%, per le coppie appena meno: dal 36,4% al 49%. A ogni modo, per la tabella completa dei valori abbinati all’età specifica, vi rimandiamo al foglio informativo di PrestiSenior scaricabile in PDF sulla pagina web correlata.

Tassi e spese del prestito PrestiSenior MPS 2019

Di qui ben si collega la questione relativa alle tasse e alle spese, argomento di primario interesse. Per il prestito vitalizio ipotecario a tasso fisso di MPS, si avrà di fronte in prima analisi uno spread pari al 4,60%. Per quanto riguarda invece il tasso di interesse nominale annuo questo dipende dalla scelta del richiedente: se a capitalizzazione l’argomento sarà trattato al momento dell’estinzione, se a pagamento rateale le spese e gli interessi saranno chiarificati in fase di concordato e da pagare annualmente. In ultimo il tasso di mora vede un aumento di 2 punti di percentuale in relazione al tasso contrattualizzato.

In proposito delle altre spese ecco tutto ciò che occorre tenere a mente. Il contraente dovrà far fronte in prima analisi a un’istruttoria peri all’1,3% sia per il prodotto ad erogazione unica sia per il prodotto a cadenze annuali. Come indica il medesimo foglio informativo la commissione annuale per il prestito vitalizio ipotecario MPS è di 45 euro annui, spesa a cui si aggiungono quelle relative all’incasso rata di 2,50 euro per il prodotto a tranche.

Relativamente alle spese per l’ipoteca si menzionano i 104 euro per l’atto di consenso alla cancellazione dell’ipoteca, i 130 euro per la rinnovazione di quest’ultima, i 78 euro a quota per la divisione di ipoteca e i 130 euro per la riduzione della stessa; spese a cui si aggiungono i 207 euro relativi alla restrizione dell’ipoteca con autentica notarile.

A tutto ciò si sommano in ultimo, oltre al costo per la certificazione di sussistenza del credito ammontante a 52 euro, altre spese di poco conto leggibili sulla sezione relativa del foglio illustrativo più volte menzionato. Tutto quanto abbiamo indicato fa fede per l’appunto a questo documento nell’ultima versione ad oggi disponibile aggiornata.

Tenendo fede di nuovo a quest’ultimo indichiamo alcune informazioni conclusive circa il piano di ammortamento di PrestiSenior 2019. Per quanto riguarda il prodotto con la capitalizzazione finale di spese ed interessi c’è da sapere che si dovrà prendere in considerazione il bullet relativo alla restituzione di capitali, interessi e spese soltanto alla scadenza del piano. Relativamente alla soluzione a trance annuali, d’altra parte, il bullet col pagamento annuale di interessi e spese sarà giocoforza di carattere annuale mentre, come specifica il foglio informativo, la restituzione del capitale finanziato avverrà nel momento di scadenza del finanziamento stesso.

Qualora quanto abbiamo indicato in aggiunta a tale documento non abbiano soddisfatto i vostri dilemmi, la pagina web relativa a PrestiSenior pone sulla destra un piccolo riquadro tramite il quale richiedere informazioni direttamente alla banca Monte dei Paschi di Siena. Questo è ad esempio il numero verde: 800 414141, numero a cui si sommano numeri di telefono più specifici. Un riquadro simile riguarda inoltre il meccanismo di ricerca filiali MPS, unica sede presso la quale poter sottoscrivere il prestito vitalizio ipotecario di cui abbiamo fin qui parlato e chiedere eventuali chiarimenti agli operatori.